Come riconoscere il vino Syrah

uva Syrah
uva Syrah

Come riconoscere il vino Syrah? Quando si parla di Syrah il nome evoca sempre un vino proveniente da regioni lontane del Medioriente, ma sulle origini di questo vitigno le idee sono molto contrastate. Alcuni pensano che sia stato importato nel 1224 dal nobile Gaspard de Steinberg, di ritorno dalle Crociate il quale lo portò da Cipro a Tain, località sul medio tratto del Rodano. L’altra teoria secondo la quale deriverebbe dalla città siciliana di Siracusa. Quale che sia la vera origine, possiamo comunque affermare che il Syrah di oggi proviene dalla valle del Rodano e che da lì si è diffuso in tutto il mondo. In , è coltivato in , , e Lazio. Alla fine dell’800 era presente in quasi tutte le regioni italiane anche se la sua maggiore diffusione era in Toscana, dove era usato soprattutto per migliorare il Chianti. Come vitigno è caratterizzato da una produzione buona e costante. Ha buona resistenza alle avversità climatiche e da un vino di colore rosso rubino con riflessi violacei.

Una grande espressione del Syrah lo troviamo in Sicilia, che può raggiungere vette di .
Quando si compra un Syrah bisogna stare attenti ad una cosa in particolare, mai stapparli prima dei cinque anni, infatti il Syrah ha una spiccata longevità e se stappato prima i tannini possono apparire aggressivi. Spesso viene utilizzato in concorso con Grenache e Mourvedre, con i quali ha buona complementarietà, onde evitare la percezione metallica.

Come riconoscere il vino Syrah:

Il colore è un fattore importante: è rosso scuro, intenso quasi inchiostro. I profumi sono intensi di pepe e cioccolato come pochi altri al mondo. Poi si trovano i mirtilli, frutti di bosco, ribes, spezie, tabacco, con finale di liquirizia, rabarbaro e cacao.

Al palato è caldo, sontuoso, e di buon corpo, ampio e denso. Si percepisce la prugna e il cioccolato. I tannini sono fine e il finale è mentolato: inconfondibile.

Syrah in abbinamento con il cibo

– carne alla griglia e al bbq: scegliete costine di manzo con salsa bbq
– filetto ai funghi porcini
– il pollo oppure una fiorentina.

Di seguito vi indico alcuni Syrah da me degustati e che mi sono sembrati esemplari. Rimango sempre sulla fascia media. Se volete ordinarli potete farlo con Tannico. con i relativi prezzi, meritevoli di essere portati al vostro bicchiere

1) Crozes Hermitage Rouge “Domaine de Thalabert” 2010 – Paul Jaboulet Aîné e.55.80

2) Hermitage Rouge “La Petite Chapelle” 2012 – Paul Jaboulet Aîné e.94.20

3) Shiraz “Barossa” 2013 – Elderton Estate – Australia e.25.50

4) Colline Lucchesi DOC “Palistorti di Valgiano” 2013 – Tenuta di Valgiano e.21.90

5) Sicilia Syrah IGT “Maroccoli” 2011 – Planeta e.20.00

6) Tupungato Malbec “Quinto” 2012 – Riglos – Argentina e.18.80

Spread the love

Lascia un commento