FIVI – Piacenza 27-28-29 Novembre 2021

Al via sabato negli spazi di Expo la decima edizione del Mercato dei Vini dei che vedrà 674 Vignaioli Indipendenti animare per tre giorni i padiglioni della fiera.

Assieme a loro ci saranno due rappresentanti dei Vignerons Indépendant francesi e altre tre delegazioni di produttori ospiti: la BAIW – Bulgarian Association of Indipendent Winegrowers, i Vignaioli Indipendenti della Slovenia (ZDVVS) e la neonata FIOI – Federazione Italiana Olivicoltori Indipendenti.

Il Mercato, giunto alla sua decima edizione e ancora più atteso dopo lo stop forzato del 2020, sarà un momento d’incontro e ritrovo per appassionati e operatori, un’occasione per scoprire da vicino le storie e i vini dei Vignaioli , grazie al lavoro organizzativo di . Il tema di quest’anno sarà FIVI4Future – I Vignaioli coltivano la ricerca, il progetto strategico pluriennale lanciato dalla Federazione che si articola in numerose azioni mettendo al centro la sostenibilità ambientale e la tutela della biodiversità nei .

Sarà un’edizione nella quale non mancheranno i momenti di confronto, a partire dall’Assemblea di domenica 28 dove Gian Marco Centinaio, Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, incontrerà gli associati della FIVI. Nella stessa occasione sarà consegnato il premio Vignaiolo dell’anno dedicato a Leonildo ad Ampelio Bucci, Vignaiolo nelle Marche e tra i fondatori della Federazione.

In programma anche cinque masterclass – alcune delle quali già sold out – per conoscere meglio il lavoro dei Vignaioli Indipendenti, custodi di una viticultura autentica, che seguono tutta la filiera produttiva, dalla coltivazione della terra alla vendita del vino.
Non mancheranno – come da tradizione – gli Artigiani del Cibo che completeranno la rassegna con le loro chicche gastronomiche nel Padiglione 3.
Piacenza Expo si conferma piazza ideale per il Mercato dei Vini. In questi dieci anni la segreteria operativa di Piacenza Expo ha saputo valorizzare l’ portandolo agli attuali numeri che lo collocano come riferimento nazionale nel comparto vitivinicolo.

Spread the love

Lascia un commento